Soldi ed economia

Boom delle truffe online, ecco come difendersi

Quando navighiamo online siamo costantemente esposti al rischio di truffe che possono compromettere la sicurezza della nostra privacy. Spam, virus informatici, e-mail di phishing inviate da indirizzi non ufficiali sono solo alcune delle tante cose che spuntano nelle nostre mail. Spesso basta aprire le mail o scaricare un allegato di cui non si conosce l’origine per correre il pericolo di essere— frodati dell’identità digitale.

Non è esente dalle truffe online nemmeno il settore dello shopping in rete ed è infatti facile incappare in situazioni come compravendite fittizie, prodotti non ricevuti ma già pagati, recensioni false e molto altro. Ma come difendersi da questi attacchi che continuano a minare il web e a renderlo sempre più insidioso? cco alcuni consigli da seguire per evitare di essere truffati.

Come difendersi dalle truffe online

Come dice il proverbio, la “prudenza non è mai troppa”, e anche nel caso del web sicuramente è un consiglio da seguire. Essere prudenti vuol dire fare attenzione a valutare cosa è buono e cosa non lo è, ma vuol dire soprattutto stare alla larga da siti web sospetti. Quando si può dire che i siti web sono sospetti?

La non presenza di una pagina di contatti, una data di registrazione troppo recente, e-mail che chiedono di inviare credenziali di accesso o la propria password sono in genere aspetti che rendono un sito web non affidabile. Per aiutare il popolo di internet a prendere le dovute precauzioni esiste un vademecum stilato dalla Polizia Postale in cui sono inclusi alcuni consigli da seguire:

  • Eseguire sempre un backup dei propri dati in quanto i virus informatici possono far perdere tutti i dati salvati sul disco fisso. E’ dunque consigliabile effettuare regolari salvataggi su supporti esterni dei propri file, mediante software specifici o tramite hard disk.
  • Evitare di eseguire applicazioni o programmi provenienti da fonti non sicure. E’ consigliabile diffidare di materiale inviato da sconosciuti di cui non esistono informazioni di alcun tipo. nella maggior parte dei casi i virus informatici vengono trasmessi mediante gli allegati che l’utente scarica sul proprio pc, inconsapevole di aver installato un virus.
  • Dotare il proprio computer di antivirus e firewall, due strumenti che favoriscono il monitoraggio di informazioni e dati fra rete locale e il mondo esterno.

Come usare il servizio di internet banking in sicurezza

Per evitare di incorrere in truffe online durante l’utilizzo di internet banking bisogna agire adottando ulteriori precauzioni, per rendere sicuro l’accesso. Un consiglio è quello di non entrare mai nel proprio internet banking utilizzando link di messaggi o e-mail. Per usare il servizio in sicurezza è preferibile digitare l’indirizzo completo direttamente nel proprio browser, evitando così qualsiasi possibilità di raggiro.

Nel caso l’accesso viene fatto da un pc condiviso o pubblico, non eseguire mai la procedura del salvataggio automatico della password. Inoltre, una volta conclusa l’operazione bisogna uscire dal proprio profilo di internet banking eseguendo il logout. Le truffe online sono in continua evoluzione, ne raccolgono a decine siti specializzati come questo, ma sicuramente la migliore valutazione viene affidata al nostro buon senso e alla prontezza di riflessi.

Procedura per denunciare una truffa online

Quando si verifica una truffa online bisogna subito rivolgersi alla polizia. Ci si può recare al commissariato più vicino, oppure si può sporgere denuncia compilando il form online presente sul sito della Polizia di Stato che ha un apparato apposito (polizia postale) che si occupa di reati e crimini online, potete trovarli a questo link, servizio molto utile se vogliamo segnalare immediatamente il problema avuto.

Articoli correlati

Back to top button