Lavoro

Come funzionano i distributori automatici di bevande

I distributori automatici di bevande si possono trovare in piccoli uffici, in grandi call center o in edifici pubblici come gli ospedali. Un semplice distributore può essere una parte fondamentale dell’arredo perché non serve solo bevande in modo automatico, ma sono molte le persone che si ritrovano anche per una breve chiacchierata. Così come c’è un’intera varietà di macchine diverse adatte a soddisfare la domanda in diversi luoghi e imprese, così ci sono molti tipi diversi di bevande tipicamente servite: dai caffè istantanei agli espressi, ai tè, alla cioccolata calda e ad altre bevande calde.

Come funzionano i distributori automatici di bevande

Un distributore automatico, come quelli di Settemilacaffe.com, funziona in maniera molto semplice e può essere utilizzato da tutti. Basterà effettuare il pagamento per ricevere il prodotto selezionato. Molto spesso si tratta di una bevanda fresca oppure di una bevanda calda o di un caffè. Ma la funzionalità di un distributore dipende dal tipo di operazione che viene commissionata.

Caffè istantaneo

Le bevande più semplici da produrre per un distributore automatico di bevande sono quelle calde. Il caffè istantaneo, il tè, la cioccolata calda o altri prodotti che richiedono l’utilizzo di una polvere che viene conservata in appositi contenitori all’interno della macchina.

L’utente effettua il pagamento e una piccola quantità di polvere viene rilasciata nella tazza e mescolata con acqua, zucchero, latte o altro, a seconda di quello che viene richiesto. Macchine come queste possono erogare grandi quantità di ogni singola bevanda, circa 500 tazze, prima che debbano essere ricaricate.

Granuli premacinati e liofilizzati

All’interno delle macchine più sofisticate di bevande sono inseriti granuli di caffè che possono essere premacinati o liofilizzati. La macchina funziona in modo simile a quella prima descritta, viene erogata una certa quantità di polvere che viene miscelata con acqua, latte o altro, a seconda delle opzioni impostate.

Distributori automatici in tazza

Alcuni distributori automatici di bevande vengono caricati con tazze già preriempite che contengono polveri liofilizzate, al momento della scelta verrà solo aggiunta l’acuqa alla tazza e il contenuto scelto sarà servito.

Distributori automatici a chicchi di caffè

Queste macchine producono caffè direttamente dai chicchi. Al momento della scelta della bevanda, i chicchi vengono inseriti in un macinino, in seguito viene mescolato con acqua, latte e zucchero.

I chicchi appena macinati producono non solo un sapore più pieno, ma anche un autentico aroma di caffè appena macinato e preparato.

Distributori con capsule

Negli ultimi anni il meccanismo delle capsule si è molto diffuso, tanto è vero che è diventato molto famoso anche tra i distributori automatici di bevande. Esistono molte tipologie di capsule, ma si basano tutte sul fatto che il caffè macinato viene preconfezionato e sigillato in una speciale cialda.

Una volta effettuato il pagamento, la cialda cade nella macchina e con l’acqua viene preparata la bevanda. Questi distributori sono molto famosi per le loro dimensioni, infatti risultano essere molto più piccoli.

Metodi di pagamento

Se si tratta di un piccolo ufficio è anche possibile che il distributore sia totalmente gratuito, ma un vero e proprio distributore automatico è anche un’entrata per l’attività e un recupero costi. Quelli più comuni prevedono il pagamento a moneta, quindi il cliente inserisce la moneta e la bevanda viene erogata. Molti sistemi prevedono l’inserimento dell’importo giusto, altri sono in grado di dare anche il resto.

I distributori con carta di credito hanno un lettore che semplifica l’operazione leggendo in modo rapido la carta ed effettuando il pagamento. Infine, quelli senza contanti si basano sull’utilizzo di una chiave per poter erogare i prodotti.

Articoli correlati

Back to top button