Soldi ed economia

Come scegliere i sensori antifurto per la casa

I sensori costituiscono una parte fondamentale dell’antifurto. Essi hanno il compito di captare dei segnali quando si riferiscono per esempio ad eventuali effrazioni all’interno dell’area da proteggere. Queste informazioni vengono trasmesse alla centralina, che poi può far scattare l’allarme in presenza di intrusioni. Quindi possiamo dire che i sensori svolgono un ruolo di prim’ordine e la loro scelta è fondamentale nell’ambito di un sistema di protezione. Ma nel nostro antifurto come fare a scegliere quelli che maggiormente possono risultare più adeguati?

Che cosa sono i sensori da esterno

Per un antifurto casa prezzi differenti a seconda anche della tipologia di sensori che decidiamo di installare. Infatti esistono numerosi tipi di sensori che si differenziano per le loro caratteristiche specifiche. Per esempio ci sono anche i sensori da esterno, fra le varie tipologie disponibili in commercio.

Come indica anche lo stesso termine che identifica questi tipi di rilevatori, essi vengono installati all’esterno dell’abitazione e servono ad evidenziare la presenza di intrusi nell’area del perimetro della casa, come per esempio il giardino, ma anche balconi e terrazze.

Questi sensori risultano particolarmente utili perché possono rimanere attivi anche quando non siamo in casa, così da essere avvisati di eventuali pericoli per la nostra abitazione. Naturalmente bisogna sempre affidarsi alla scelta di sensori ad alta affidabilità, come i sensori antifurto che ci propone CasaSicura.it, che sono sia per uso interno che per uso esterno e si distinguono in varie tipologie, come sensori perimetrali, sensori di movimento, per tapparelle, per rottura vetri.

Sono immuni ai falsi allarmi e hanno come caratteristica particolare il fatto di essere pet friendly, perché si adattano perfettamente alla presenza di animali domestici. Ma distinguiamo altri tipi di sensori, soffermandoci sulle varie tipologie.

I sensori ad infrarossi e quelli a microonde

Volendo parlare di sensori da esterno in particolare, possiamo fare una distinzione fra sensori ad infrarossi e sensori a microonde. I primi possono essere ad infrarosso attivo o passivo. Di solito funzionano creando una specie di barriera invisibile di raggi infrarossi.

Nel momento in cui questa barriera viene interrotta dalla presenza di un intruso, vengono inviate le informazioni relative alla centralina, che fa scattare l’allarme. Nello specifico i sensori ad infrarosso passivo, invece, rilevano le variazioni di temperatura che si possono avere quando passa un corpo all’interno dell’area da proteggere.

I sensori a microonde sono composti da due elementi, un ricevitore e un trasmettitore. Sono capaci di generare delle onde elettromagnetiche ad alta frequenza. Queste creano una specie di barriera in grado di far scattare l’allarme quando viene attraversata.

I sensori da interno

Soffermiamoci adesso sull’importanza dei sensori da interno, che vengono chiamati anche rilevatori di movimento. Ne esistono anch’essi di varie tipologie, che si distinguono a seconda della tecnologia utilizzata. Infatti esistono sensori a infrarossi, a microonde o misti.

Essendo pensati per essere installati all’interno di un’abitazione, possono avere la possibilità di essere soggetti ad una riduzione consistente di falsi allarmi. Inoltre sono praticamente immuni da eventuali sabotaggi.

Fondamentale è la scelta della posizione dei sensori da interno, che andrebbero sempre posizionati nelle zone di passaggio, come per esempio negli ingressi, nei corridoi o in quelle stanze che si affacciano su terrazzi e giardini. Ne andrebbero collocati alcuni anche in quelle stanze in cui si detengono oggetti di valore.

Attualmente le tecnologie per i sensori da interno sono tantissime. Quelli più comunemente utilizzati sono quelli ad infrarosso passivo, che si possono installare per funzionare via radio oppure tramite cavi.

Chi ha animali domestici all’interno dell’abitazione potrebbe rivolgere l’attenzione nei confronti dei sensori pet immuni, in modo che i nostri amici a quattro zampe possano girare liberamente senza far scattare falsi allarmi.

Articoli correlati

Back to top button