Soldi ed economia

I dati da fornire per aprire un conto bancario

Aprire un conto corrente bancario è un’operazione che viene spesso effettuata da molte persone. Si ha sempre più l’esigenza di gestire i risparmi personali in maniera intelligente, sfruttando tutte le possibilità che vengono messe a disposizione ai clienti da parte degli istituti di credito. Spesso questi ultimi garantiscono l’opportunità di utilizzare le opzioni dell’internet banking, che consentono di operare in maniera semplice da casa o in mobilità con l’utilizzo di smartphone e tablet. Ma quali sono i documenti da fornire per aprire un conto corrente e poter usufruire quindi dei vantaggi di uno strumento bancario di questo tipo? Scopriamone di più.

Il codice fiscale

Iniziamo ad analizzare tutti i documenti e i dati che devono essere presentati alla banca da parte di chi vuole aprire un conto corrente. Oltre al documento di identità è essenziale ad esempio il codice fiscale, un documento necessario per l’apertura di un conto bancario, sia se decidi di aprire un conto online che uno in una filiale fisica.

Se non hai a portata di mano questo codice, puoi fare riferimento ad un servizio online. Ad esempio utilizzando questo sito puoi ottenere il tuo codice fiscale con pochi clic del mouse. La sola combinazione di lettere e numeri che compongono il codice fiscale, nel caso dell’apertura di un conto online, sarà spesso sufficiente. Infatti a volte non viene richiesta nemmeno una scansione della tessera sanitaria.

Il documento di identità

Come abbiamo già accennato in precedenza, per l’apertura di un conto corrente è fondamentale avere a disposizione un documento di identità in corso di validità. Se decidi di aprire un conto corrente online, in base alla procedura che viene indicata tenendo conto dei requisiti richiesti dall’istituto di credito, potrebbe essere necessario inserire gli estremi del documento, come la carta d’identità, o una scansione digitale.

In certi casi alcune banche possono anche richiedere un ulteriore documento di riconoscimento, come la patente di guida o il passaporto.

La busta paga, il contratto o altri documenti utili

Alcuni istituti di credito per l’apertura di un nuovo conto corrente richiedono una copia della busta paga o del contratto di lavoro. Naturalmente in queste situazioni non si tratta di requisiti necessari per procedere con l’apertura del conto.

Sono infatti dei documenti che permettono alla banca di effettuare una verifica precisa dell’affidabilità del cliente. Ricordati sempre che comunque, anche in mancanza di una copia della busta paga o del contratto di lavoro, potrai procedere lo stesso con l’apertura del conto.

Ricordiamo anche che tra i documenti che le banche possono richiedere al momento della richiesta di apertura del conto corrente c’è anche il certificato di residenza. Anche in questo caso si tratta di un documento che non viene sempre richiesto dagli istituti di credito.

Quando ti rechi nella sede di un istituto di credito per procedere con la richiesta di apertura di un conto corrente ti verrà richiesto anche di fornire delle risposte ad un questionario, che si rende necessario per le verifiche relative alle normative antiriciclaggio.

Infine ricordiamo che, in alcune situazioni, potrebbero essere richiesti dall’istituto di credito altri documenti utili. Ci riferiamo ad esempio a particolari convenzioni che possono essere stipulate con altri enti, come le istituzioni universitarie. In quest’ultimo caso ad esempio viene richiesto il certificato di iscrizione all’università per poter usufruire della convenzione.

Articoli correlati

Back to top button