Soldi ed economia

Per che cosa si possono usare i bonifici bancari

Un bonifico bancario è un’operazione di spostamento di fondi da un conto corrente ad un altro in modo facile e sicuro perché evita passaggi di denaro fisici. Nell’operazione sono coinvolti tre soggetti: l’ordinante ed il beneficiario, che possono essere persone fisiche o giuridiche, e l’istituto di credito che si propone come intermediario. I costi dell’operazione sono totalmente a carico dell’ordinante, sebbene gli stessi siano molto bassi e variabili in base alla banca cui ci si appoggia ed alle modalità di esecuzione richieste.

Le tipologie di bonifico bancario

Sono numerosi gli utilizzi di un bonifico bancario, anche per i pagamenti online. È possibile in alcuni casi usare un bonifico per fare acquisti su internet o ad esempio utilizzare il bonifico bancario nei casino online o in altre piattaforme che propongono servizi di intrattenimento. Andiamo a vedere quali sono le tipologie di bonifico bancario a nostra disposizione.

Bonifico per cassa

Si esegue direttamente in banca (anche non la propria) presentandosi allo sportello. Deve il suo nome al fatto che l’importo da bonificare viene saldato immediatamente all’istituto di credito in contanti.

Bonifico con addebito in conto corrente

Si può effettuare online tramite la propria home banking oppure allo sportello della banca in cui si è aperto il proprio conto corrente. Si tratta del trasferimento dei fondi dal conto corrente dell’ordinante al conto corrente del beneficiario in base all’ammontare prestabilito.

Bonifico SEPA – Single Euro Payments Area

Si tratta dei bonifici effettuati nei Paesi con valuta Euro, in base ad un protocollo istituito per rendere più veloci e semplici questo tipo di operazioni;

Bonifico estero

In questo caso tipologie, tempistiche e costi dipendono dagli accordi che sono stati stipulati tra la banca dell’ordinante e quella del beneficiario.

Bonifico ricorrente o continuativo

È molto comodo perché viene effettuato in automatico dal proprio Istituto in una certa data e con la frequenza indicata dall’ordinante. Questi bonifici sono molto utili, per esempio, per il pagamento della rata dell’affitto o del mutuo della propria abitazione.

I dati richiesti

Sia che lo si effettui in banca, sia che si opti per l’esecuzione tramite home banking, per poter effettuare un bonifico è necessario avere a disposizione i seguenti dati:

  • il nome del beneficiario cui è destinato, possibilmente corredato di codice fiscale (nel caso di persona fisica) o partita IVA (nel caso di persona giuridica);
  • l’IBAN (International Bank Account Number): è un codice alfanumerico univoco e personale composto da 27 caratteri che identifica la banca di appartenenza, la filiale e il numero di conto corrente del beneficiario;
  • la causale, cioè il motivo del pagamento o del trasferimento di denaro. Solitamente per questo campo non vi sono molti caratteri a disposizione, perciò la causale deve essere espressa in maniera chiara e concisa;
  • l’importo che si vuole far arrivare al beneficiario. In base alla tipologia di bonifico scelto, l’importo può essere addebitato sul proprio conto corrente oppure può essere consegnato in contanti allo sportello della banca cui ci si è rivolti per effettuare l’operazione;
  • la data in cui si richiede che sia eseguito il bonifico. La data di esecuzione può essere successiva a quella dell’operazione stessa.

L’importo massimo del bonifico

Non ci sono vincoli in tal senso, se non quelli frutto di accordi tra l’ordinante ed il proprio istituto di credito. Solitamente vi è un tetto massimo giornaliero prestabilito, superato il quale non è più possibile effettuare movimenti dal proprio conto corrente.

Le tempistiche dei bonifici

Si parla di bonifico ordinario quando viene eseguito dai 2 ai 6 giorni dalla richiesta, in base agli standard proposti dal proprio istituto di credito. Esiste anche una tipologia di bonifico definita urgente che può essere effettuato in poche ore.

I vantaggi del bonifico bancario

Con il bonifico bancario trasferire denaro liquido in qualsiasi Paese o effettuare pagamenti è veloce, rapido e sicuro. I tempi di esecuzione sono brevi e le spese sono ridotte al minimo. La possibilità di gestire questo tipo di operazione direttamente dai propri device (smartphone, tablet o pc) collegandosi alla home banking del proprio istituto di credito accelera ancor di più il servizio.

Va poi sottolineato il grande vantaggio dato dalla possibilità di poter tracciare in ogni momento l’operazione effettuata ed eventualmente di annullarla entro una determinata tempistica dal momento dell’esecuzione.

Articoli correlati

Back to top button